Recensione N26: la carta-conto per viaggiare all’estero

Cerchi delle recensioni N26 perché vorresti orientarti nel mondo dell’internet banking? Scopri tutto quello che c’è da sapere su questa banca.

Si parla sempre più spesso di internet banking, banche senza filiali e pagamenti da smartphone: ma sappiamo tutti davvero di cosa si tratta?
Inoltre come possiamo orientarci sulla scelta del conto e a quale istituto rivolgerci?
N26 è una delle novità più interessanti nel settore: la banca, è attiva in tutta Europa grazie a 3 tipi di abbonamento e uno pensato esclusivamente per i freelance.
Ma si tratta di un conto online o di una carta prepagata? Di una carta di credito o di debito? Inoltre quali sono le sue principali caratteristiche?

In questa recensione cercheremo di spiegarti in modo semplice tutte le principali funzioni e caratteristiche e i motivi per cui aprire un conto corrente N26 può essere una scelta vantaggiosa.

N26, la banca online

N26 carta: cos’è e come funziona

Partiamo subito dal chiarire cos’è N26: si tratta di un conto corrente online che permette di collegare una semplice carta di debito e di utilizzarla per diverse funzioni generalmente non disponibili su una normale prepagata. Tra queste, ad esempio, consultare il saldo, gestire spese e finanze, effettuare bonifici o pagamenti online. Tutto qui? Assolutamente no.
La vera comodità, infatti, sta nel modo di utilizzo: attraverso la rete o un’app, tutto può essere gestito da smartphone, senza mai doversi recare in banca. N26 banca è infatti un istituto senza filiali e con un’unica sede: il web.
Un altro punto a favore riguarda i pagamenti nei negozi: grazie all’accordo con Google Pay e Apple Pay il telefono diventa il principale mezzo per pagare. Basta avvicinare lo smartphone al Pos – proprio come un bancomat – e identificarsi tramite pin, Face iD o impronta, per trasferire subito il denaro necessario.

Piani tariffari: Gratis, Business, Black e Metal

N26 prevede 4 tipologie di conto, due gratuite e due a pagamento.
Si tratta di Gratis, Black, Metal e Business.
Le prime tre hanno diversi punti in comune come i prelievi Atm gratuiti in Eurozona e i pagamenti gratis in ogni valuta. Tuttavia sono caratterizzati anche da alcune differenze. Una riguarda il costo: Gratis, ovviamente, non prevede costi di attivazione né canone, Black invece costa 9,90€ al mese e Metal 16,90€.
Questo perché prevedono alcuni servizi aggiuntivi:

  • N26 Black: anche i prelievi fuori dall’Eurozona sono gratuiti ed è prevista una copertura assicurativa Allianz.
  • N26 Metal: ai servizi di Black aggiunge un design elegante, modalità contactless, servizio clienti dedicato e offerte esclusive dai partner.

Anche Business è gratuito, ma è pensato espressamente per i lavoratori freelance. Si tratta di un conto orientato al risparmio e alla gestione scrupolosa delle finanze. Su ogni transazione, infatti, è garantito lo 0,1% di cashback.

Come aprire un conto N26

Qualsiasi sia la scelta tra Gratis, Black, Metal e Business, aprire un conto N26 è davvero semplice e immediato. Bastano, infatti, 8 minuti per accedere subito alla banca. Per farlo bisogna collegarsi a questa pagina e rispondere ad un questionario con i propri dati, oppure avvalersi di un Codice Promozionale N26. Per verificare la propria identità, invece, tramite app bisognerà effettuare una foto del proprio documento di identità. Una volta terminata la verifica, la carta di debito verrà inviata al domicilio indicato e attivata entro pochi giorni lavorativi dalla ricezione. Dopodiché si dovrà completare l’associazione dello smartphone al conto, inserendo i codici segreti ricevuti tramite SMS, per poter finalmente sbloccare i pagamenti da smartphone con i due circuiti Google Payments o Apple Pay.

Come ricaricare N26

Attualmente in Italia esiste un unico modo per ricaricare la propria carta N26, ovvero tramite bonifico. Bisogna effettuare un bonifico SEPA in Euro verso il proprio IBAN, specificando i dati del destinatario – gli stessi inseriti per la creazione del conto.

Opinioni

Ora che ti abbiamo spiegato le principali funzionalità di N26 non resta che trarre un bilancio finale. Di sicuro esistono anche alcuni svantaggi, come la modalità di ricarica o l’impossibilità di pagare bollettini postali.
Tuttavia N26 ci appare davvero come una carta smart, adatta specialmente a chi viaggia spesso per lavoro. Facile da ottenere e da utilizzare, permette di gestire le proprie finanze ovunque, grazie ad uno smartphone. Inoltre non prevede commissioni sui prelievi in Eurozona (anche fuori Europa, con un conto a pagamento) né maggiorazioni sul tasso di cambio.
La vera chicca, però, è l’assicurazione per il viaggio dei conti Black e Metal che include:

  • rimborso ritardo volo e bagagli fino a un massimo di 400€
  • spese per emergenza medica all’estero fino a 150.000€
  • rimborso interruzione del viaggio
  • protezione sugli acquisti
  • rimborso furto smartphone fino a 300€ e prelievo contanti dalla propria carta N26 fino a 500€

Potrebbe anche piacerti...